Cerca nel sito

20 ago 2013

Vita da cani. Al mare

Ho dei nuovi vicini di ombrellone, un cocker spaniel e i suoi padroni. 
Osservo i due adulti, sono orgogliosi di non aver lasciato il loro cane in città. Lo coccolano un po', poi legano il guinzaglio alla base dell'ombrellone e si stendono sui lettini  a godersi il meritato sole.
Guardo Bobby, il cane, sta affannosamente cercando di raggiungere l'ombra, ma il guinzaglio è corto. Mi guarda, una muta richiesta d'aiuto negli occhi.
La padrona se ne accorge, sposta il lettino e il cane ci si infila sotto. Ma la sabbia scotta. Inizia a scavare e si sdraia nella sabbia umida. 
Continuo ad osservarlo, non trova pace, scava di nuovo, e poi ancora, fino a che dalla buca emerge solo il suo muso. Ha caldo, ansima con la lingua fuori.
Anche i suoi padroni hanno caldo, decidono di andare in acqua a rinfrescarsi, non ce la fanno più.
Guardo Bobby con solidarietà e gli dico "Quando tornano, mordili!"

Nessun commento:

Posta un commento